Clicca per leggere ..."i racconti"

 

(Clicca per ingrandire)

 



(Sotto, doppio clik per leggere)

 

 

   

 

 

   

 

 

   

     


Una giornata di allarme MAFFS
(Il ricordo dell'allora cap. pil. Luigi Masolino di una delle giornate infuocate nell'agosto 1997 durante lo spegnimento degli incendi boschivi con i velivoli G.222 della 46^ Brigata Aerea.
 

"Far pattuglia col mare"...
(La vita e le esperienze degli istruttori piloti del 3° Nucleo Addestramento Aerosiluranti nel 1942, raccontate dal leggendario col. Giuseppe Cimicchi, Medaglia d'Oro al Valor Militare della rischiosa specialità ed autore del libro "I siluru arrivano dal cielo").
     


I miei giorni alla 28^ Squadriglia
(I ricordi umani e professionali del gen. Francesco Pierotti, quando da giovane ed esuberante pilota prestava servizio a metà anni Trenta presso un reparto di volo della Ricognizione Aerea, dotato di mitici biplani)
 

I primi intercettori ogni tempo
(
I ricordi del gen.S.A. Fulvio Ristori, uno dei protagonisti della rinascita operativa dell’Aeronautica Militare, circa il trasferimento nel 1956 del ricostituito 23° Gruppo Caccia Ogni Tempo sull’aeroporto di Pisa San Giusto e il successivo avvio dell’impegnativo addestramento operativo sul nuovo intercettore F-86K).
     


Sei contro cento!
(La cronaca appassionata e drammatica di un giorno di guerra della primavera del 1943 da parte del col. Ottorino Triboldi, allora capitano pilota e comandante del 59° Gruppo Intercettori, uno dei reparti impegnati nella disperata fifesa dei cieli italiani dall'invasione delle Forze aeree anglo-americane.)


 
 

Così portammo a Pisa i primi    "Hercules"
(La transizione del personale negli Stati Uniti ed il movimentato trasferimento in Italia, nel marzo del 1972, dei primi due Lockheed C-130H dell’Aeronautica Militare, nel ricordo del gen.B.A. Enrico Gandolfi, uno dei piloti esperti assegnati all’epoca sulla nuova linea di volo della 46a Aerobrigata).
     


Una "rivoluzione" chiamata
 C-119

(La ricostruzione fedele ed appassionata della delicata e complessa transizione dell’allora 46° Stormo Trasporti sul nuovo bimotore da trasporto Fairchild C-119, da parte del gen.S.A. Luciano Nimis, che fu chiamato nel 1952, per le sue indiscusse capacità di comandante ed istruttore, a dirigerla).